sabato 7 novembre 2009

ripasso lezione universitaria applicata alla contemporaneità

gentilemente offerto da Max Weber...intelligentemente usato ai miei scopi :)

Weber individua tre tipi di potere: quello razionale-legale, il tradizionale, il potere carismatico. Il potere legale è istituzionalizzato, burocaratizzato e chi lo detiene è soggetto alle regole tanto quanto chi lo subisce(diffuso nelle società occidentali), quello tradizionale prende la sua legittimazione dalla forza delle tradizione, ma lo stesso sovrano è soggetto alla tradizione, non può abusare della sua posizione per contrastarla, poi vi è il potere carismatico che consiste nell'attribuzione di capacità straordinaria, le quali possono avere per chi lo subisce connotazioni addirittura magiche, in questo caso vi è una spontanea accettazione dei dominati al potere carismatico, al patto che costui dia costantemente prova di possedere una o più capacità carismatiche, se riesce in questo può permettersi tutto agli occhi dei dominati!

@

Ora riflettete, come può una destra becera(magari seriamente liberal-conservatrice) detenere il potere in uno Stato occidentali come quello italiano che possiede una delle più riuscite carte costituzionali dell'epoca contemporanea?
Basta che un bel giorno neofasci, mafiosi, piduisti, alta borghesia si uniscano e trovano un "venditore di pentole magiche" il quale inizia la sua popolarità con grandi successi, uno dopo l'altro, uno in ogni settore: immobiliare, mediatico, sportivo, la caricatura del capitalista vincente che tutto ciò che tocca diventa oro, nonostante grilli parlanti che mettono in guardia, un bel giorno il vincente scende nel campo politico, mette in gioco la sua "imprenditorialità" per ottenere potere politico, e come fa un popolo scentificamente manipolato per una decina d'anni a non credere all'uomo vincente, come può non credere che nella cosa pubblica non otterrà successi simili al suo Milan?
Eccovi servita l'incondizionato consenso di parte dei dominati, acritici verso il vincente, che solo la Storia potrà bollare per ciò che realmente è stato: un "venditore di pentole magiche"

mercoledì 17 giugno 2009

Referendum 21 e 22 giugno

La legge elettorale è una porcata e comunque vada rimarrà tale!

Il primo quesito (scheda viola) riguarda, in sintesi, l'abrogazione dell'attribuzione del premio di maggioranza alla coalizione con più voti alla Camera, e in caso di abrogazione il premio andrà al solo partito con più voti!

Il secondo quesito(scheda Beige) è simile al primo, la differenza sta che qui si tratta del Senato

Il terzo quesito (scheda verde) propone l'abrogazione delle candidature multiple, cioè il ripristino della possibilità di candidarsi in una sola circoscrizione e non in tutte

comunque per maggiori e più dettagliate informazioni vi rimando ad un sito, che fa campagna per "tre Si": http://www.referendumelettorale.org/

Due cose da dire, il referendum è uno strumento di Democrazia Diretta, seppur in Italia sia solo abrogativo(salvo per referendum costituzionale), e qualsiasi scelta venga fatta, questa avrà peso politico: l'astensione ha un suo peso nel referendum, a differenza delle elezioni politiche o amministrative, nelle quali le discussioni sulla reale forza e utilità dell'astensionismo sono sempre "di moda"

L'altra cosa sono le mi indicazioni, io come organizzatore del comitato referendario virtuale "NoN oSi" ^_^ sono per andare alle urne ed esprimere la mia opinione e la mia è: NO NO SI! Una Lega xenofoba che possa incidere sull'operato del governo e libertà assoluta di agire ai piduisti del Pdl o i bottegai del PD, preferisco che ci siano almeno un conflitto di poteri politici ecco i miei due NO ai primi due quesiti, al terzo penso sia una cosa di buon senso rispondere SI, e che forse, nonostante la legge elettorale rimanga una porcata, si ridurrà il gioco dei nominati dall'alto!

domenica 14 giugno 2009

600k per tutti

Se non doveste arrivare a quelle punte io mi lamenterei con i gestori e con i politicanti!

In un periodo in cui rompono i coglioni col digitale terrestre si hanno paesini che non hanno neanche l'adsl!

600k e fibra ottica per tutti!

P.S.: il post è prettamente di critica politica

giovedì 28 maggio 2009

I libri fanno male

materialismo scientifico la folla acclamò inconsapevole,
eppur sembrava che i marxiani fossero altri
l'«uomo ideale» che si realizza
per mezzo di forze storicamente avverse
verso la burocratizzazione della vita
che darà ciò che oggi si evita

Un impero impersonale e alienante
anzichè una Comune festante.
Cirdondato solo da nulla
oggi l'individuo precario, ma tecnologico;
quasi una cecità generale che non apprende
e si butta al drago, anzichè soffermarsi sulla riva

lunedì 18 maggio 2009

Rinaldini o non Rinaldini?

Un'opinione, sul processo storico del fascismo italiano, da la colpa alla dirigenza socialista che non seppe portare avanti un "progetto rivoluzionario" durante il Biennio Rosso.

Non conosco la situazione particolare del Rinaldini, trovo positiva una certa irruenza dei lavoratori, trovo negativissima e deludente la differenza tra i lavoratori francesi che sequestrano i manager, con quelli italiani, che si scagliano contro i sindacati, per nulla innocenti.

Colpevoli si, ma quali sigle e a che livello gerarchico?

Un rappresentante FIOM colpevole? non uno cisl, non uno uil, non uno ugl, o non un SEGRATARIO NAZIONALE CGIL, perchè la Fiom milanese è stata attaccata tempi fa anche dalla direzione centrale della Cgil.

Questo avvenimento potrebbe far riflettere molto come certi rapporti di forza nella classe lavoratrice, ma anche nell'intera società italiana, siano cambiati: alla fine si vede uno scambio di battute fra "compagni", ed uno da dello stalinista ad un altro.

Un Parlamento spostato tutto a destra, tra cui i "liberisti" del PD e il liberal-conservatore IDV, è sintomo che nella popolazione c'è stato comunque uno spostamento a destra(su alcune cause sappiamo perchè i "mezzi" stanno a destra, come un pezzettino-ino ino- di verità sta anche negli slogan dei pidiellini/leghisti)

La classe lavoratrice, gli italiani, se vogliono scaldarsi, è ora che sappiano anche chi sia il loro nemico naturale e storico: se la nostra rabbia si scaglia su immigrati e sindacalisti, "lor signori" hanno già vinto in partenza!

mercoledì 29 aprile 2009

Avere il mio CD bootable di Ubuntu(per windowsiani chiusi nel Matrix)

Questa guida è fatta per istruire i "novellini" su come ottenere una copia bella&pronta di Ubuntu e rimandare tutti qui senza più ripetere decine di righe in chat ^_^ procedere all'installazione*, più che guida vera e propria è un elenco di link con mie integrazioni

Siete in ambiente Windows e avete voglia di buttare Xp o Vista provare alternative al vostro attuale sistema. Consiglio per novellissimi, ma volentorosi: nessuna vi ucciderà se decidete per un dual-boot(due sistemi operativi in un pc) e se inizierete per un uso prettamente casalingo(web, chat, musica, film, download, gestione foto ecc..)...dopo aver smadonnato trascorso del tempo potrete decidere davvero di buttare il sistema Windows e ricercare soluzioni più professionali per la vostra attività lavorativa
Come prima cosa dovete ottenere una copia di Ubuntu, attualmente l'ultima versione stabile è la 9.04: a questo indirizzo http://www.ubuntu-it.org/download/ trovate un facile supporto per scaricare la vostra ISO, selezionate la "Desktop Edition", la 8.04 è la LTS(Long Term Support), la versione con supporto temporale più lungo, più esperti mi scgriderebbero, ma voi novellissimi scegliete tutti l'architettura x86, anche se avete un AMD o un processore a 64bit, scegliete il server e in base alle vostre personali esigenze decidete anche le ultime due opzioni: riguardano computer "vecchiotti"(la prima opzione, in caso di problemi col CD-Live che creerete, "checkatela"anche se avete sotto le mani l'ultimo ritrovato nucleare della NASA) o se possedete notebook...Click "Avvia Download"

Potete scegliere di scaricare anche attraverso torrent, andate qui e scegliete la versione, come prima sempre per "desktop" e per architetture x86 e "alternate" per pc vecchiotti quindi o "ubuntu-9.04-desktop-i386.iso.torrent" o "ubuntu-9.04-alternate-i386.iso.torrent" e iniziate a scaricare grazie un client torrent, ad esempio BitTorrent.

Una volta ottenuta la vostra ISO bisognerà masterizzarla, seguendo questo link http://wiki.ubuntu-it.org/Hardware/DispositiviPartizioni/MasterizzareIso avrete tutte le istruzioni per masterizzarla, in caso di problemi io posso suggerirvei di usare Daemon Tools, con il quale, una volta installato, potrete leggere la vostra ISO(Daemon funge da CD/DVD rom virtuale) semplicemente montandola o "leggerla" con questo programmino e poi con un programma di masterizzazione farete un "Copia Disco"(o voci simili)

Ora dovreste avere la vostra copia GRATUITA e funzionante del CD-live di Ubuntu che per ora potete mettere nel vostro lettore, riavviare il pc, fare il boot da cd-rom e provare Ubuntu SENZA CAMBIARE NULLA

Al momento, per chi volesse intraprendere l'installazione, vi rimando al wiki http://wiki.ubuntu-it.org/Installazione/Grafica

martedì 21 aprile 2009

Chernobyl Days 2009

Giornate Internazionali di Mobilitazione Contro l'Energia Nucleare.

April 25th-26th 2009 - International Days of Action Against nuclear power

25-26 avril 2009
Journées Internationales de Mobilisation Contre le nucléaire.

Seguite le informazioni fornite dai comitati che vi aderiscono.

Collegatevi al sito ufficiale: http://chernobyl-day.org/

Segnalatelo ai comitati territoriali della vostra regione o della Vostra Città che stanno organizzando qualsiasi iniziativa a Ridosso di questa scadenza internazionale.

Convinceteli ad aderire e a registrarsi.

Scaricate i banner e collegate il Vostro sito, blog, forum o pagina web al Chernobyl Day:

http://chernobyl-day.org/spip.php?article85&lang=en

Lo stato in tempo reale delle adesioni, iniziative federate e manifestazioni è consultabile sempre sullo stesso sito qui:

http://chernobyl-day.org/spip.php?rubrique29&lang=en

Segnalate a Media ed agenzie informative di ogni tipo e natura l'evento che si apprestano ad ignorare e censurare in modo Intere$$ato.

Visto il Piano Energetico e le forzature alla Caiman del Governo... quest'anno il Chernobyl Day avrebbe dovuto divenire una priorità, un'occasione per concentrare ed Unire i No ad un modo di produzione che NON ha nulla da difendere.

Restituiamo al Chernobyl Day la degna Priorità a partire dal coinvolgimento individuale prendendo per una volta Concreta distanza dalle "priorità" elettoraliste e di mercato.

http://www.youtube.com/watch?v=sbvkXXkbWFs

▼ ▼ ▼ ▼ ▼ Informazioni in Italiano sui promotori ▼ ▼ ▼ ▼ ▼

Cosa è il Chernobyl-day.org? Chi sono? Cosa c'è dietro?

L'iniziativa è coordinata da Sortir du Nucléaire (Francia) - http://www.sortirdunucleaire.fr - Una federazione di 842 associazioni.

Le giornate di mobilitazione evidenzieranno manifestazioni, assemblee, convegni, incontri anche locali, petizioni ed anche iniziative web.

Questa associazione ha quindi proposto anche un sito apposito http://chernobyl-day.org - attualmente in 3 lingue. Con un ricco menu per accedere ad ulteriori informazioni ed aggiornamenti sullo stato delle adesioni.

Per aderire vi è una modulistica dove si è invitati a segnalare le iniziative del proprio comitato locale o nazionale che sia.

Quindi tutte le iniziative segnalate, sono registrate, vagliate e conducono a recapiti esatti di referenti, qualunque sia la parte del mondo interessata.

▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼

Chi è "No Nukes"? Cosa c'è dietro? Lavora per la CIA? O per la "banca" KGB? Di quale lista elettorale fa gli interessi?

"No Nukes" è un lavoratore salariato di Torino che corrisponde al nome di Massimo Greco - contattabile al 349 /// 5661115 - Non iscritto ad alcun partito e manco "tifoso" e sganciato da qualsiasi movente commerciale.

Che dopo aver rotto le balle a lungo su questo evento (probabilmente non abbastanza) spera solo di aver incontrato affinità ed amici interessati a fare in modo che quanto è stato organizzato quest'anno nel mondo per il Chernobyl Day non subisca censura.

lunedì 20 aprile 2009

Plebaglia strafatta


Ore 21.55, l'autobus si ferma all'incrocio Tiburtina/Portonaccio.
Dopo una giornata iniziata male causa maltempo e conseguente malumore e altri pensieri, quei palazzoni che difendono la Tiburtina mi mettono un sorriso vero molto cercato oggi!

Malumore! Già so di stare, o almeno dare l'impressione, su un piedistallo e giudicare la plebaglia!

Per plebaglia non intendo la fascia sociale sfruttata dall'oligarchia economico-politica, ma quella che si fa soccombere da essa senza volerne capire i meccanismi! Intendo plebaglia quando, riferendomi a persone occidentali, quindi con i mezzi adatti, che buttano tutto il bagaglio culturale europeo per cercare di raggiungere, o somigliare un pochino, un modello sociale assurdo: sembra che regni l'idea che sia tutto lecito per poter mostrare l'auto più grande nel gruppo, tutto lecito per mostrare il vestito "più firmato" del paese, tutto lecito per credersi tutti dei piccoli Briatore!

Mentre da una parte assecondano il bombardamento mediatico di modelli sociali, a dir poco satanici, dall'altra la plebaglia non si sta rendendo conto di come si stia suicidando ricorrendo una polvere bianca, che il più delle volte è tagliata con anestetici! Lungi da me far il bacchettone, ma la cosa paradossale è vedere come stia diventando un'impresa riuscire a trovare facilmente due canne, mentre la coca fra poco te la daranno al bancone del bar insieme al caffè!

Riflessione poco comprensibile forse, ma vorrei far notare il mio cattivo stato d'animo gurdando questa plebaglia che spreca le sue energie per essere figa e pippata, ma del tutto disinteressata a capire i giochi di coloro che fanno sognare ad essa l'acquisto del Suv mentre contemporaneamente fa di tutto per tenerla ben stretta al guinzaglio!


giovedì 16 aprile 2009

Quando crolla il capitalismo!?


Il Capitalismo è crollato quando gli USA, massimi rappresentanti del "libero mercato", hanno usato la mano statale per riparare ai danni di banchieri ed alta-finanza!
Per molti è come se non fosse accaduto nulla, per altri, geneticamente critici verso la classe dominante, è iniziata una fase nuova, ancora troppo indecifrabile su ciò che verrà, ma le preoccupazioni ci sono tutte nel vedere provvedimenti repressivi degli Stati per quanto riguarda scioperi e manifestazioni(v. Italia o Tratt. Lisbona dell'Europa tecnocrate)!

Il rischio, fondato, è quello di vedere uscire dalle fogne i peggior servi del capitalismo: i neofascisti, sempre buoni per la borghesia capitalista per soffocare la protesta civile ed un ipotetico ammiccamento alle dottrine socialiste da parte dei popoli!

Ancora non conosco una "Terza via", fin a quel momento l'attuale sistema di sviluppo neoliberista può essere contrastato solo con il socialismo in economia e un tocco di dottrina anarchica nell'apparato istituzionale!

Tutto ciò che sta accadendo in questi mesi fu "previsto"(calcolato con lungimiranza) da Marx!

Il potere ed alcuni lacchè e ottusi a queste parole non risponderanno mai nel merito, ma citeranno fuori la Corea del Nord, Cuba(paragonandola sempre con la Norvegia e MAI con il resto delle isole caraibiche sotto influenza americana), tireranno fuori l'URSS stalinista, ma mai che nessuno se la prenda col peggior e criminale dei pensieri politico-economici: IL CAPITALISMO!

Basterebbe, per i lacchè, per un secondo mettersi nei panni dell'operaio cileno, del coltivatore africano, del disoccupato mediorentale per vedere le cose da un'altra prospettiva OGGI, non 10,20 o 30 anni fa e senza rispondere alle accuse al capitalismo con frasi anacronistiche inculcate dal pensiero unico neoliberista!

giovedì 29 gennaio 2009

Salvatore Borsellino a Piazza Farnese




Questo video è espressamente rivolto...

A chi parla di Mafia, ma contemporaneamente vota Forza Italia(o PDL)

A chi si lamenta, ma contemporaneamente poi non ha voglia di approfondire da dove arrivano i problemi...perchè pesante e noioso

A chi elogia Falcone e Borsellino, ma contemporaneamente si fa plagiare dal regime e attacca la magistratura etichettandola come "rossa"

A chi dice "Tutti uguali", ma contemporaneamente ignora cosa è accaduto in Piazza Farnese il 28 gennaio

A chi parla di valori e famiglia, ma contemporaneamente non va più là dei vari "Grande Fratello"

A chi pensa che sarebbe giusto pensare a se stessi, ma contemporaneamente gli sfugge che stiamo cadendo tutti insieme in un baratro

mercoledì 14 gennaio 2009

Estradizione "terroristica"

Scrivo questo testo non per entrare nel merito degli "anni di piombo", terrorismo nero o rosso, e tutti gli argomenti ad essi correlati, ma per sottolineare come i media ufficiali pur di riempire il palinsesto o le pagine di cose oggi inutili cercano, soprattutto la televisione, di non parlar di questa crisi economica internazionale e suoi effetti o fare un'analisi "tecnica e giornalistica" del nostro attuale esecutivo, soprattutto in base agli obiettivi dichiarati.

Mi preme sottolineare come il caso Cesare Battisti, non venga ben spiegato, o meglio ai cittadini si omette di ricordare delle cose importanti per cui non può avvenire l'estradizione del terrorista: sia in base all'art.10, IV comma, Cost. («Non è ammessa l'estradizione dello straniero per reati politici») che ad un'eccezione sull'estradizione conetenuta nell'art.5, della Costituzione Brasiliana («LII. non sarà concessa l’estradizione di stranieri per reati politici o di opinione») entrambi i paesi negano l'estradizione per reati politici, ed è quindi inutile che il nostro governo si appelli a Lula, visto che comunque dovrebbe occuparsene il Tribunale Supremo Federale, sempre in base ad una disposizione di un articolo costituzionale dell'ordinamento brasiliano (art.102: «E’ competenza del Supremo Tribunale Federale principalmente la salvaguarda della Costituzione, spettandogli: [..] g) l’estradizione richiesta da uno Stato estero[..]»).

Ciò, ripeto, non è una presa di posizione a favore di Battisti, ma solo un modo "sottile" di critica verso i media di Regime, chi vorrà capire capirà, altri saranno pronti ad iniziare un'anacronistica discussione sul "terrorismo rosso".

sabato 10 gennaio 2009

Rinfrescarsi la memoria

Berlusconi e i suoi casi con la giustizia

Corruzione (Guardia di Finanza)
Condannato in primo grado, assolto per prescrizione in secondo, assolto per non aver commesso il fatto in terzo grado.

All Iberian
Il processo per finanziamento illecito al Partito Socialista Italiano e falso in bilancio aggravato fu diviso in due tronconi a causa di un vizio (che in definitiva favorì Berlusconi).

All Iberian 1
Condannato in primo grado a 2 anni e quattro mesi di reclusione e al pagamento di una multa di 10 miliardi di euro; assolto in secondo grado per prescrizione (grazie al vizio di cui sopra, che ne ha abbreviato la prescrizione); assolto per prescrizione in terzo grado.

All Iberian 2
Il processo All Iberian 2 dovette ripartire più volte, e quando si arrivò a sentenza, Berlusconi fu assolto perché il fatto non costituisce più reato; nel 2002, infatti, il governo Berlusconi lo aveva depenalizzato.

Falso in bilancio (Lentini)
Assolto per intervenuta prescrizione (sempre a causa della legge del 2002 di cui sopra, che, avendo depenalizzato il falso in bilancio, ne aveva accorciati i tempi di prescrizione).

Falso in bilancio (Medusa)
Condannato a un anno e quattro mesi in primo grado, assolto in secondo e terzo grado perché essendo ricco avrebbe potuto non accorgersi del reato (a tutt’oggi no riesco a smettere di ridere, ma tant’è…).

Falso in bilancio (Macherio)
Assolto per intervenuta prescrizione (in un caso) e per intervenuto indulto (nel secondo).

Corruzione (Lodo Mondadori)
Assolto per prescrizione (anche se la condanna a carico di Cesare Previti - fra gli altri - affermava che Berlusconi sapeva che il giudice era stato corrotto e che la corruzione del giudice andava inevitabilmente a vantaggio di Berlusconi).

Corruzione (SME 1)
Assolto per prescrizione in primo grado, assolto per non aver commesso il fatto in secondo e terzo grado (il solito Previti, invece, fu condannato per aver corrotto favorendo Fininvest)

mi raccomando leggere bene, assolto si, ma per prescrizione, spesso frutto di sue leggi.

ringrazio l' "apache" GERONIMO che ha gentilmente riassunto